Pastoralismo in Sardegna

locandina_pastoralismo_internet.jpg

Pastoralismo in Sardegnaultima modifica: 2011-03-08T07:19:00+01:00da zicu1
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Pastoralismo in Sardegna

  1. Politicanti Tromboni Sperperano il Denaro del Cittadino

    Partitocrati tromboni pontificano da infallibili e impartiscono lezioni di vita, amministrazione e giovanilismo. Eppure alcuni di questi demagoghi e professionisti della politica parolaia appaiono inabili (parafrasando Luigi Sturzo) a gestire una semplic bottega di ciabattino. Le istituzioni pubbliche continuano a costare troppo. I politici non si sono r4avveduti, nonostante i moniti contenuti negli eccellenti libri best seller sulla casta colpevole di sprecopoli. Il Quirinale, il Parlamento, la Consulta, i Consigli Regionali e, in genere i pletorici organi politici gravano sul cittadino con onori stratosferici. Eventuali riduzioni sbandierate di spesa sono relativamente insignificanti. La diminuzione dell numero dei parlamentari, previta da riforme costituzionale, votata dalla maggioranza di centro destra è stata respinta da referendum, su accanita propaganda del centro sinistra. L Presidenza della Repubblica costa molto più dell’ex Monarchia, in termini reali di potere d’acquisto costante: pesano su Pantalone una moltitudine di dipendnti civili e militari (con stipendi e pensioni d’oro).- La grassa politica Italiana predica solidarietà e amore ai povri e, per contrasto, rifiuta di snellirsi: persevera nell’abbuffata di supercompensi e privilegi e le auto blu, i politici sprecano il denaro sudato del cittadino, non il loro. L’assistenzialismo la finaza allegra e le mani bucate, anno portato il debito pubblico a livelli patologici, da primato, a tutto questo agiungiamo le feste private con donnine da quattro soldi.

    Vincenzo Tatti

Lascia un commento