Comitadu pro sa limba

Est naschidu su Comitadu pro sa limba. E si moghet.

Su comitadu pro sa limba sarda, naschidu 33 annos como pro ghetare sa proposta de leze populare pro su bilinguismu, est torradu a bida custas dies coladas e at mandadu custa lìtera a sos presidentes de su Cunsizu regionale e de sa Regione, a sos assessores de sa Cultura e de sa Programmatzione, a sas Commissiones regionales cumpetentes:

Su Comitadu pro sa limba sarda, riassumendosi il compito di rilanciare la battaglia per il bilinguismo e per l’ufficializzazione del sardo nell’imminenza della discussione del Collegato alla Finanziaria 2009, sottopone all’attenzione delle SV l’opportunità e l’urgenza che fin da ora alla lingua sarda e alle altre quattro lingue parlate nei territori di pertinenza, gallurese, sassarese, catalano d’Alghero, tabarchino, sia riservata la dovuta attenzione e siano assicurati adeguati finanziamenti al fine prioritario di:
1) applicare il Piano Triennale linguistico con le modifiche più opportune per accrescerne l’efficacia d’intervento e con il mantenimento degli stanziamenti a favore della cultura assicurati dalla legge 14 sui beni culturali (patrimonio immateriale) e dall’ISRE
2) provvedere al forte coordinamento regionale per tutta la politica linguistica che eviti la caduta in localismi
3) impegnare nel collegato alla finanziaria che si sta per approvare in Consiglio maggiori risorse finanziarie nel sardo nella Pubblica Amministrazione e nella Scuola
4) assumere l’impegno politico di finanziare decorosamente (almeno 4 o 5 milioni di euro) la politica linguistica a partire dal bilancio 2010 di prossima scrittura
5) assumere l’impegno a continuare nella sperimentazione amministrativa di uno standard della lingua sarda, favorire la standardizzazione delle varietà alloglotte e formulare una proposta di grafia ortografica per la difesa di tutti i dialetti della lingua sarda e delle lingue alloglotte
6) assumere l’impegno a riconoscere nello Statuto speciale il sardo come lingua unitaria e, ovviamente, e a tutelare le 4 lingue alloglotte nei territori di riferimento.

Sos firmatàrios de sa lìtera sunt:

Giovanni Lilliu, presidente di Su Comitadu pro sa limba sarda, coautore della Proposta di iniziativa popolare per il bilinguismo
Mario Carboni, coautore della Proposta di iniziativa popolare per il bilinguismo
Gianfranco Pintore, scrittore, giornalista, coautore della Proposta di iniziativa popolare per il bilinguismo
Paola Alcioni, scrittrice, poetessa
Roberto Bolognesi, docente presso l’Università di Groenigen e di Amsterdam
Francesco Casula, scrittore, storico
Diego Corraine, responsabile Ufìtziu de sa limba sarda, Ogliastra
Nanni Falconi, scrittore
Antonimaria Pala, scrittore
Paolo Pillonca, scrittore, giornalista
Michele Pinna, presidente Istituto Bellieni, Sassari
Lorenzo Pusceddu, scrittore, poeta
Anna Cristina Serra, poetessa

Cras manzanu a ora de sas 10.30, in s’hotel Regina Margherita de Casteddu (arborada de Regina Margherita), su Comitadu at a addoviare sos giornalistas pro arresonare de s’initziativa. Giai una trintina de intelletuales sardos si sunt iscritos a su Comitadu. A chie si cheret sinzare, lu podet fàghere mandende una mail incarchende inoghe e ponende nùmene, sambenadu, bidda e arte sua.

Pubblicato nel suo blog da Zuannefrantziscu PINTORE

Comitadu pro sa limbaultima modifica: 2009-08-06T09:57:07+02:00da zicu1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento