Poesie

 

EROE

 

   

Ti senti grande

piccolo delinquente bianco nato sulle rive dell’Hudson

piccolo delinquente nero

partorito sulle rive del grande Mississippi

dove i tuoi avi erano cristi che cantavano spirituals

crocifissi

alla croce dei piantatori di cotone,

grande grande ti senti

dominatore del mondo

davanti

a questi piccoli arabi, il corpo indifeso

sotto bianche lunghissime tuniche.

Quanti i soldi per uccidere e torturare

quanto grande dall’alto ti senti di un carrarmato

dall’alto di un elicottero

dall’alto dei cieli

tu che la morte mandi

e non vedi o ti diverte,

la morte che infliggi alla gente

ingrata e selvaggia

che t’hanno raccontato per toglierti gli scrupoli.

Con la morte la democrazia,

dei petrolieri

della Cola Cola

degli scadenti hamburg aromatizzati

dei costruttori d’armi di pace.

Ti senti immenso,

piccola piattola

che sgambetti tutt’intorno al grande culo

del bianco sbirro del mondo.

Tu non sei dei soldati

che hanno percorso le vie di molte infanzie,

american bombom american bombon,

tu non sei uno degli eroi dei film

che hanno sconfitto i mostri negli incubi

di ragazzini terrorizzati.

Il disprezzo tuo per gli altri

alimenta il fuoco del mio per te

ligio a quello che t’hanno insegnato

e a fare pure quello che ti pare.

A te tutto è permesso

permesso tutto,

insindacabile padrone una volta tanto

come  t’hanno sempre ripetuto

da quando nel ghetto di una metropoli

o in un minuscolo villaggio

sperduto nel grande paese d’America

tu e i tuoi compagni

nei bidoni andavate frugando

tra la merda della ricchezza.

Il nemico come un cane da tenere al guinzaglio,

piccola troia con la sigaretta in bocca

che non meriteresti neppure l’ingiuria,

con il cuore

un camposanto di sgomenta tristezza,

di indignato dolore.

 

Tu ragazzo del Nord

tu ragazzo del Sud,

non siete i giovani passati trionfanti

nelle vie di un’infanzia lontana,

anche i bambini avete ucciso che gridavano

american bombon american bombon,

seppellito avete per sempre la giovinezza

più degli anni, di tutti i lunghi anni

trascorsi in un’inutile attesa.

 

Poesieultima modifica: 2009-03-17T08:42:53+00:00da zicu1
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento